Go to Top

Domande comuni (FAQ)

Di seguito le risposte alle domande comuni che ci rivolgono i nostri clienti.

Se non riesci a trovare quello che cerchi, non esitare a contattarci.

 

Cosa fare in caso di incidente?

Se si rimane coinvolti in un incidente stradale è necessario raccogliere sul posto la maggior quantità di informazioni possibili:

  • identità dei conducenti e dei proprietari di veicoli coinvolti (dati anagrafici, indirizzi, recapiti telefonici, dati relativi alla patente, …);
  • accertare quali siano le compagnie assicuratrici (nome, agenzia, numero di polizza);
  • dati identificativi e numeri di telefono di eventuali testimoni;
  • compilare se possibile il modulo di constatazione amichevole;
  • fare intervenire le Autorità se sorgono contestazioni o se la gravità dell’incidente lo richiede.

 

E' possibile riparare i danni da grandine?

Bolli ed ammaccature da grandine possono essere riparate perfettamente grazie alle nostre attrezzature levabolli avanzate, e personale specializzato in questo tipo di lavori.

Quanto mi costa essere seguito dai vostri legali in fase stragiudiziale?

Essere seguito in tutte le fasi del risarcimento dai nostri esperti Avvocati non vi costa assolutamente nulla.
Infatti le spese legali sono una voce del danno che viene risarcita completamente dall’assicurazione. Ci è possibile poiché l’assicurazione del danneggiante, se la richiesta di risarcimento è stata effettuata da un Avvocato, liquida oltre alle somme dovute al danneggiato anche le competenze del professionista.

E se avessi bisogno di assistenza legale?

Puoi affidati a noi e ai nostri avvocati partner anche per consulenza e servizio legale.

Disbrigo pratiche per sinistri auto con tutte le compagnie di assicurazione, compresi i danni fisici derivanti dal sinistro. Riparazione delle vetture senza anticipi di denaro in caso di incidente attivo (ove il danneggiato ha ragione) con la consulenza di avvocati specializzati nel settore.

Forse non tutti sanno che…

La Sentenza della Corte di Cassazione n. 11606/05 del 31 maggio 2005 così dispone: Sinistri stradali, spese legali dovute al danneggiato anche se la transazione (o la soluzione del contendere) avviene in via stragiudiziale nei 60 giorni. Il danneggiato ha un diritto costituzionalmente garantito di farsi assistere da un legale di fiducia per ottenere il risarcimento; l’onorario di quest’ultimo è dovuto dall’assicuratore indipendentemente dalla proposizione di una domanda giudiziale, e indipendentemente dall’inutile decorso del termine di sessanta giorni; la negazione di un tale diritto equivarrebbe a violazione del diritto di difesa della parte lesa, e la regolarità del contraddittorio deve essere osservata anche nella fase stragiudiziale, visto che il danneggiato assume l’indiscussa veste di parte debole, mentre le società assicuratrici, oltre che economicamente più forti, sono tecnicamente organizzate ed attrezzate.

Non hai trovato la risposta alla tua domanda?

Contattaci direttamente: saremo lieti di rispondere al tuo quesito!